CAUSA EMERGENZA COVID-19 LE CONSEGNE POTREBBERO SUBIRE RITARDI

Come creare un'infografica

Infografica di successo

Come abbiamo detto già diverse volte, il mondo del marketing è ampio e pluriforme. Esso si serve di numerosi strumenti con caratteristiche e proprietà diverse che tutte in modo affascinante svolgono un fondamentale compito comunicativo. Per poter scegliere al meglio gli strumenti da utilizzare nella propria campagna di marketing è necessario conoscere bene tutte le possibilità a nostra disposizione.
In questi paragrafi parleremo del content marketing e in particolare dell'infografica e ci chiederemo come creare infografica di successo ed efficace! Come lo dice la parola il content marketing è quella tipologia di marketing che punta sul valore dei contenuti editoriali per pubblicizzare un determinato servizio, prodotto o business. Si tratta quindi di un'area che punta a sfruttare tutte quelle che sono le caratteristiche della grafica e del contenuto testuale allo stesso tempo.

Uno degli strumenti principali del content marketing è l'infografica. Questo nome, sconosciuto fino alla seconda decade del Secolo corrente, ha iniziato a diventare particolarmente famoso a partire dagli uffici delle grandi companies americane e dalle redazioni giornalistiche più famose del pianeta. Un'infografica infatti è uno strumento di marketing che vuole informare e pubblicizzare un certo prodotto attraverso un uso strategico dei contenuti testuali e della grafica, ideale nella realizzazione di cataloghi e brochure dedicate ai prodotti offerti da una azienda.

Originariamente questa tipologia comunicativa veniva utilizzata anche nel giornalismo proprio perché spesso in questo campo si tende a spiegare al pubblico procedure ed eventi che non sono di semplice comprensione attraverso testi schematizzati ed immagini. L'infografica infatti rappresenta una modalità di semplificazione di concetti e fenomeni complessi attraverso la schematizzazione testuale e la grafica. Immagini, testo e magari qualche grafico per spiegare in sintesi un qualcosa di difficile. Quale miglior strumento per presentare la nostra azienda, i nostri servizi o i nostri prodotti?!
I vantaggi dell'infografica sono numerosi. Primo fra tutti, come abbiamo detto, la sintesi e l'impatto visivo della parte grafica. Poi ovviamente la possibilità di convincere il cliente circa la qualità del prodotto o del servizio offerto attraverso la narrazione di una semplice storia riguardo ad esso. Il potere narrativo dell'infografica non è infatti da sottovalutare, poiché esso rende questo strumento di comunicazione come estremamente efficace e di grande impatto per una numerosa gamma di situazioni.

Creare un'infografica di successo significa quindi avere ben chiaro il concetto che si ha in mente, saper scrivere dei contenuti testuali sintetici ma coinvincenti e approntare una grafica creativa e allo stesso tempo accattivante. Photoshop è il programma che fa da padrone per quanto riguarda la grafica, ma per saperlo usare è necessaria molta pratica. La rete offre quindi delle risorse opensource come Canva o Infogr.am che possono presentare delle ottime alternative ai classici software di grafica pubblicitaria per addetti ai lavori.

Come si crea un'infografica: i passaggi base

Come creare infografica di successo? Per conoscere come creare infografica di successo bisogna seguire dei passaggi di base. Innanzitutto bisogna avere bene chiaro in testa il concetto che vogliamo veicolare. Per questo è sempre utile fare un brainstorming iniziale o preparare uno schema di base. Una volta fatto questo non è certo facile mettersi al lavoro, soprattutto se non abbiamo mai realizzato un'infografica. In questo caso affidare le nostre idee ad un ottimo studio grafico, che sia esso materiale o virtuale, può essere certamente una buonissima idea.

Fare tutto da soli senza esperienza significa mettere mano a del materiale che non conosciamo bene e che, malgrado le nostre ottime intenzioni, rischieremmo di trasformare in un pasticcio! Affidarsi a dei professionisti quindi è sicuramente uno dei consigli più spassionati che vi possiamo dare. Malgrado ciò, se siete dei fissati col fai da te forse il primo consiglio che possiamo darvi è quello di lasciarvi ispirare da chi è esperto di infografiche. In questo caso è sempre utile fare un giro su Pinterest oppure vistitare questo sito in cui vengono mostrate le infografiche che hanno fatto storia per la loro efficacia e per l'originalità.
Come secondo step c'è sicuramente quello di pensare alla combinazione tra testi e immagini per poi affidarsi ad un buon software online come Canva e mettere in pratica le proprie idee. Canva è un sito particolarmente semplice e intuitivo ma ovviamente presenta alcune limitazioni che Photoshop non ha. Ad esempio ci sono delle limitazioni per quanto riguarda le immagini. Il software è infatti libero ma per accedere alle immagini più rifinite e sofisticate è necessario registrarsi e fare un account premium. Tuttavia una volta stabilito lo stile e la sequenza dei contenuti è necessario organizzarli in modo tale che le immagini non sovrastino il testo e il testo non sovrasti le immagini. Per questo bisogna essere molto misurati nel bilanciamento degli elementi compositivi dell'infografica. Bisogna inoltre analizzare bene il target a cui è rivolta, per capire che tipo di linguaggio utilizzare e quali elementi grafici privilegiare. Se la nostra infografica riguarda dei possibili clienti operanti nel settore tecnico-economico allora potremo privilegiare i grafici e i diagrammi mentre invece se il nostro "pubblico" non ha nulla a che fare con statistiche e simili dovremmo cercare di privilegiare altri aspetti stilistici.

Per quanto riguarda i colori non dobbiamo mai dimenticare che testo e sfondo non possono mai essere in un contrasto tale da creare difficoltà di lettura. Lo stesso font dovrebbe essere scelto considerando dei criteri di leggibilità che possano essere sempre garantiti. I font con le grazie ad esempio potrebbero essere evitati nel corpo del testo e privilegiati invece nei titoli. Si tratta dunque di dosare in maniera intelligente la nostra composizione testo-immagini per far sì che il messaggio venga ricevuto in maniera assolutamente chiara e coincisa. Non bisogna quindi puntare sui giochi di parole come si potrebbe invece fare in altri tipi di strumenti di comunicazione. Non dobbiamo infatti dimenticare che il carattere testuale dell'infografica ha soprattutto valore informativo, quindi non ci possono assolutamente essere fraintendimenti che confondono chi legge il messaggio. Anzi, bisogna essere sempre molto attenti con le informazioni che vengono inserite e, se citiamo qualche fonte autorevole, è sempre bene riportarla. Bisogna dunque fare moltissima attenzione nel momento in cui vengono inseriti i testi. La grafica deve essere altrettanto misurata, questa infatti non può "soffocare" la parte testuale con immagini troppo vistose o tonalità troppo forti.