Fare un manifesto: come ottenere ottimi risultati

Fare un manifesto con ottimi risultati

Un manifesto può servire per numerosi scopi. Può capitare che non abbiamo mai dovuto pensare alla creazione di un manifesto e di colpo ci tocca farlo per una serie di innumerevoli motivi che spaziano dai doveri aziendali agli eventi da organizzare a livello personale. In questo articolo parleremo di manifesti e ti daremo i consigli sul come fare un manifesto nella maniera più pratica ed efficace possibile. Prima di addentrarci nello specifico però cerchiamo di capire cos'è un manifesto e per cosa si usa. Sembra banale spiegarlo ma è sempre utile ragionare sullo scopo e sulla funzione di un prodotto utilizzato nel mondo del marketing, della pubblicità e della propaganda. Il manifesto normalmente è un foglio di dimensioni 70x100 che viene utilizzato per pubblicizzare un evento, una persona o semplicemente per informare il pubblico circa una qualche iniziativa. Il manifesto normalmente viene affisso in città nelle apposite aree oppure all'interno di edifici o luoghi particolari, come le sedi delle associazioni, i luoghi di culto, i musei o le scuole. Il manifesto deve quindi cogliere l'attenzione puntando su due elementi principali, l'impatto visivo e la sinteticità; per saperne di più dai un'occhiata al nostro articolo. Questi due elementi servono a raggiungere lo scopo del manifesto che è quello di comunicare con immediatezza ed efficacemente. Un manifesto troppo denso di testo o pieno di immagini confuse potrebbe rischiare di avere la funzione opposta rispetto a quella per cui è stato creato, finendo così per confondere i destinatari del messaggio. In alcuni casi, oppure, il manifesto è talmente anonimo che non viene notato affatto. Tante sono le insidie da cui stare alla larga nel momento in cui pensiamo all'ideazione di un manifesto. Il bilanciamento testo-immagine è sicuramente una variante fondamentale da considerare ma anche la qualità delle immagini e la scelta delle stesse possono fare la differenza. Non dimentichiamo che il manifesto è un foglio di ampie dimensioni, quindi quella che ci sembra una piccola imperfezione in una foto in formato ridotto, si trasformerà in un evidente difetto in un manifesto in formato 70x100. Per questo motivo dobbiamo sempre affidarci a dei professionisti nel momento in cui vogliamo scattare delle foto che andranno a finire nel nostro manifesto.

Come fare un manifesto: esempi

Come abbiamo detto poco fa i consigli che possiamo darti riguardo alla creazione di un manifesto cambiano in base alla tipologia stessa di manifesto. In questo paragrafo ne prenderemo in rassegna vari tipi tra i più usati e ne descriveremo le caratteristiche

Il manifesto pubblicitario.

Iniziamo dal manifesto più utilizzato dalle aziende per eccellenza; si tratta di un potente strumento di marketing che viene di norma utilizzato per pubblicizzare un prodotto, una promozione, un evento importante legato all'azienda o semplicemente una nuova uscita. Il manifesto pubblicitario aziendale punta normalmente a cogliere l'attenzione dei futuri clienti attraverso il potere dell'immagine e l'intelligenza degli slogan utilizzati per promuovere il servizio o il prodotto in questione. Le immagini debbono quindi essere fortemente evocative ma debbono allo stesso tempo mostrare con chiarezza le caratteristiche del prodotto che vogliamo mettere in risalto. I manifesti pubblicitari possono essere stampati in formato 70x100 oppure in formati più grandi. Questo perché debbono cogliere l'attenzione della persona comune che gira per le vie della città per svariati motivi e non necessariamente per andare alla ricerca di manifesti interessanti! Il testo deve essere dosato in modo intelligente e strategico. Il potere della brevità deve materializzarsi in uno slogan che sappia colpire i passanti per la sua genialità o per la sua ironia. Puntare sui doppi sensi, sui giochi di parole, sulle rime, sulle assonanze è sempre un ottimo consiglio quando si deve scegliere un motto o uno slogan da inserire in un manifesto pubblicitario.

Il manifesto che pubblicizza e comunica un evento.

In questo caso l'immagine non farà necessariamente da padrona, ma saranno le informazioni presenti nel foglio ad avere un ruolo prominente. Questo non vuol dire che il manifesto che pubblicizza un evento non debba avere valore estetico, tutt'altro! Il valore estetico di questo tipo di manifesto tuttavia deve esprimersi attraverso altre caratteristiche grafiche, come la scelta dello sfondo, dei colori e del font. Il testo dovrà essere dosato in maniera equilibrata nell'impaginazione e dovranno essere utilizzate diverse grandezze in base ai contenuti da comunicare. Il titolo dell'evento dovrà avere il font di maggiori dimensioni, le altre informazioni dovranno essere inserite in caratteri più piccoli ma pur sempre chiari e leggibili. Il testo dovrà essere collocato in modo spazioso, conferendo al poster un aspetto ordinato e disteso.

Il manifesto elettorale.

Appartiene ad una tipologia che si discosta un po' da queste due tipologie che abbiamo già preso in considerazione. Questo perché lo scopo di quest'ultimo è politico, quindi non trattiamo più di pubblicità ma di propaganda. In questo caso la foto ricopre il ruolo di maggiore importanza perché dovrà mostrare il candidato e il partito col quale è schierato. Molto si è scritto sulla tipologia di foto "ideale" da mettere su un manifesto elettorale. Noi siamo del parere che la foto debba sempre ispirare serietà, serenità e fiducia. Quindi le foto troppo "creative" o le foto che vogliono puntare su un grosso impatto mediatico attraverso un qualche gesto innovativo spesso potrebbero rivelarsi delle trovate geniali, ma altrettanto spesso potrebbero tradursi in un grande fiasco. Scegliere la strada della sobrietà risulta invece essere una buona strategia per far sì che i passanti si fermino ad osservare il candidato. Ovviamente il manifesto elettorale dovrà contenere i simboli di partito e del testo volto a pubblicizzare il candidato. Le frasi chiave della campagna elettorale potranno essere presenti, ma anche qui la brevità dovrà dettare le sue leggi. Non si potrà mai eccedere in testo e soprattutto non dimentichiamo il classico ma intramontabile "vota". L'imperativo che illustra il "come votare" il candidato infatti risulta sempre avere una funzione importantissima in ogni manifesto elettorale, indipendentemente dal candidato o dal partito che mostra! 

Ti è piaciuto questo post? Lo hai trovato utile per la tua attività?

Se hai domande o curiosità su come realizzare locandine belle ed efficaci, scrivici un messaggio. Se hai pronto il tuo manifesto, invece, non hai che da stamparlo online: noi la aspettiamo!